Nuovi scenari globali e locali dopo il CORONAVIRUS

https://www.facebook.com/raffaele.cascone.79?__tn__=%2CdC-R-R&eid=ARA23Vvd0rHIQJGHoHpjMPfvivGVkMIaxwyO9JOeRGqx0_HGOSqKqA3-q10J0kB9Doe

https://youtu.be/AutDEvst-8Y

NUOVI SCENARI GLOBALI E LOCALI DOPO IL CORONAVIRUS

Bisogna urgentemente valutare i nuovi possibili scenari che si prefigurano sul presente e futuro del “dopo coronavirus”. Partiamo dal presupposto che questo fenomeno avviatosi, in forme minimamente più consapevoli almeno da fine Gennaio, abbia apportato già profondi e veloci sconvolgimenti alle diverse scale geografiche, globali e locali. Pertanto è utile già da ora prepararsi sul come governare questi scenari, con cui  dovremo fare i conti subito dopo questa delicata fase.  Considerando che proprio questa fase, va sicuramente letta come problematica, ma essa può offrire delle inaspettate opportunità di cambiamento. 

La prima sezione che va urgentemente considerata è quella della componente sanitaria. Sembra ovvio che la scarsa conoscenza che si ha di questo nuovo virus, ci fa intendere che una grande rete della ricerca a scala globale, dovrà attrezzarsi per  governare altri fenomeni, quasi identici a questi, in tempi, quanto più possibile compatibili con la loro possibile e veloce neutralizzazione. Rete globale che dovrà sicuramente gestire una piattaforma, quanto più possibile trasparente e pubblica, possibilmente poco vincolata a criteri ed interessi solo economici; basta pensare al solo settore farmaceutico. La ricerca dovrà quindi assumere una forte valenza pubblica, orizzontale, anticipatrice di profonde riforme. Una  messa in pratica di nuove relazioni tra ricerca ed informazione. L’Europa in questo settore deve dire appunto la sua. L’Italia deve dire la sua. Anche Napoli ed il sud devono mettere in campo la loro rete di ricerca, sino ad ora  sviluppata,  ma ri-convertirla a queste nuove esigenze. In quest'ultimo caso il ruolo della Regione Campania dovrà essere in sintonia collaborativa,  con gli altri livelli istituzionali (Regioni, lo Stato nel suo complesso ed Europa) risulta essere fondamentale.

La seconda sezione strategica da tenere in considerazione, è quella che fa riferimento alle riforme dei nostri sistemi istituzionali e delle rispettive burocrazie, alle diverse scale geografiche. Sembra chiaro che sono già in campo delle nuove relazioni tra corpo e territorio, tra ambiente e geografia, tra cultura e memoria territoriale, tra progettualità ed innovazione procedurale.

La terza sezione che mettiamo in luce è quello della sezione finanza, a scala globale. La sua gestione tecnologica e processuale, la sua ossessiva gestione del tempo globale, la cancellazione di ogni parametro qualitativo dell’esperienza vita, tutto a favore di una dittatura del presente; tutto legato alla proliferazione permanente del proprio capitale, in cui le categorie della produzione-consumo-produzione (di natura fondamentalmente ottocentesca),  sono profondamente intrecciate alla cancellazione di  significativi diritti individuali e collettivi.  

La quarta sezione fa riferimento a fenomeni che in forme spesso tragiche, a volte silenti, cioè quello delle migrazioni continentali, con le conseguenti necessità nel mettere in campo processi concreti di governo di questi fenomeni, con le rispettive ricadute nel campo delle trasformazioni urbane, della fusione di differenti culture, religioni e linguaggi. Quindi tutto ciò necessita una revisione profonda delle politiche di gestione e governo urbano, della diffusa conoscenza dei fenomeni in corso, della redazione permanente di diffuse analisi, di atlanti tematici, tendenziali e strategici; supporti fondamentali per capire, decidere ed agire.  

Il progetto Time Experience  è già da tempo sintonizzato su queste nuove coordinate, ma ancor più  consapevoli che è in gioco una nuova esperienza del mondo e quella propria individuale. Su questi temi Vi invitiamo a seguirci, informarvi sulle nostre prossime tappe organizzative, analitiche e progettuali.

https://www.ilpost.it/2020/03/07/coronavirus-dati-province-regioni/

https://www.corriere.it/speciale/esteri/2020/mappa-coronavirus/

https://www.facebook.com/raffaele.cascone.79?__tn__=%2CdC-R-R&eid=ARA23Vvd0rHIQJGHoHpjMPfvivGVkMIaxwyO9JOeRGqx0_HGOSqKqA3-q10J0kB9Doe

https://www.facebook.com/ManuelTuziM5S/videos/566929320835880/?v=275539010095420&notif_id=1584115838373541&notif_t=watch_follower_video

 https://publish.dvlabs.com/democracynow/360/dn2020-0319.mp4?start=986.0&end=1660.0

https://youtu.be/15G5UqstTTY  (sull'Informazione di Franco Fracassi) 

https://www.fuorisalone.it/2020/it/tv/video/85/made-in-italy-e-globalizzazione-dopo-la-pandemia-una-conversazione-con-federico-fubini-bill-emmott-e-diego-piacentini-pandemia-una-conversazione-con-federico-fubini-bill-emmott-e-diego-piacentini