Sulle Grandi Esposizioni Universali

Sulle Grandi Esposizioni Universali (a cura di Mario Mangone)

In questa sezione tematica di Time Experience cureremo la raccolta di materiali dedicati al tema della Grandi Esposizioni Universali nel Mondo e nel nostro Paese.  

Questa raccolta farà leva innanzitutto sul volume dei Quaderni Di (5 -1988)- Adriana Baculo/ Stefano  Gallo/Mario Mangone:  Le Grandi esposizioni nel mondo 1851-1900/Dall’edificio città alla città degli edifici – Dal Crystal Palace      alla  White City- Liguori Editore-Napoli;

sul volume dei Quaderni Di (6/1988)-  M.Picone Petrusa/M.R.Pessolano/A.Bianco :  Le Grandi esposizioni in Italia  1861-1911/ la competizione culturale con l’Europa e la ricerca dello stile nazionale; 

Compreso il materiale  di   Quaderni Di (7/1988)-Alberto Abruzzese/Giancarlo Alisio/Ferdinando Bologna ; Presentazione e dibattito dei Quaderni Di (5-6/1988) Napoli 29 Giugno 1988  presso Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes, con interventi di Adriana  Baculo/Maria Antonietta Picone;  Liguori Editore-Napoli.

Fare riferimento oggi alle Grandi Esposizioni Universali significa andare alla radice delle vere fonti della nostra prima esperienza del "moderno", delle relazioni tra la nascita del nuovo pubblico-massa e sofisticate simulazioni territoriali provvisorie, delle vere "fiction narrative" sul futuro e lo sviluppo territoriale di larghe aree geopolitiche. Tema ampio e complesso, ma del quale con orgoglio, possiamo dire che proprio da Napoli sono partiti i primi passi di una ricerca sistematica su questo argomento, proprio a partire dalla metà degli anni '80. Fu attraverso il sottoscritto che sollecitando l'argomento, già coltivato nella sua tesi di laurea (1984),  alla Prof.ssa Adriana Baculo, la quale con grande sensibilità culturale accettò la mia proposta e da quel momento si è potuto avviare l'organizzazione e lo sviluppo  di una qualificata ricerca allargata, all'interno della Federico II°. Questa ricerca  oggi è diventata punto di riferimento obbligato per ogni  ricercatore su questo argomento. Nostro compito è quello di sollecitare questo tema ad un pubblico più vasto, con delle incursioni veloci su questo tema, navigando tra i materiali in nostro possesso e cercando di definire delle sintesi più attinenti ed avanzate sul nostro destino di " contemporanei", appunto come figli dei grandi visitatori di quella sconvolgente esperienza del moderno,  che furono le Grandi Esposizioni Universali.