Le coordinate dell'esperienza Coronavirus.

 

Per chi ancora non se ne sia accorto, sarà opportuno ricordargli che non ci troviamo di fronte solo ad un incidente di percorso, dove superandolo, sembra che tutto debba ritornare come prima. NO!!!

E' opportuno segnalare che dopo il Coronavirus, la nostra visione del mondo cambierà profondamente. Infatti ciò che ha provocato tutto questo, non è una guerra, una catastrofe naturale o uno sconvolgimento economico, quindi una cosa “grande”,  ma un “virus”, infinitamente piccolo, che ha avuto la capacità di passare da un animale (pipistrello) ad un uomo/donna. Ha trovato la chiave per entrare nel nostro sistema biologico. Dal finitamente e fisicamente grande, all’infinitamente piccolo.  Proprio quest’ultimo  sta mettendo in grandi difficoltà il primo, infatti se ci fate caso già sono andate in crisi le nostre concezioni del tempo e dello spazio.  Questo non solo per una reale “trasgressione necessaria” alle nostre abitudini quotidiane, in quanto costretti da un provvedimento istituzionale,  ma perché il “virus” ci mette di fronte ad una grande verità, ad un’imprevedibile scossa, non preventivata ed aspettata e ci ri-vela che tutto ciò che l’uomo sembra abbia sviluppato e costruito nella storia, tutta la tecnica che sembrava avesse imbrigliato, nel bene e nel male il nostro destino, è stato messo in discussione da un piccolissimo virus.     

Ora  "tutto" già sembra  “relativo” ed ogni verità storicamente consolidata, sembra  sempre più parziale e transitoria. Anzi che il suo conseguimento richiede sempre  più sacrificio, energia, conoscenza, coraggio, paura, tutte categorie che ci riportano sempre al tema dell’”inizio”, al suo tempo, al suo spazio ed alla produzione della sua memoria.

Se partiamo allora da questo punto di vista, ci rendiamo subito conto (pazienza per chi non lo vorrà vedere), che tutto sta cambiando sotto i nostri occhi.   

Il progetto Time Experience è già da "tempo" sintonizzato su queste nuove coordinate, proprio perchè ancor più  consapevole che è in gioco la costruzione di  una nuova esperienza del mondo.  Su questi temi quindi Vi chiediamo di seguirci, innanzitutto in tutte quelle sei sezioni tematiche, che abbiamo ritenuto fondamentali per costruire antenne sensibili sugli avvenimenti di questa trasformazione in atto, di questa nuova esperienza del mondo. Nostro obiettivo è appunto utilizzare queste giornate di pausa e di costrizione,  nel cercare di definire almeno le coordinate di questa trasformazione in atto, individuare delle piattaforme  su cui potremo confrontarci, progettare e decidere del nostro futuro, per il finitamente grande ed infinitamente piccolo. 

 

https://youtu.be/YMD5EP6cNa8

E poi ti rendi conto che un’altra aria è respirabile, un altro azzurro invade il tuo cielo e altra chiarezza assumono le acque dei fiumi, del mare, dei canali che fino a ieri erano insozzati per tua negligenza. Molte pene ha portato e tante altre ne porterà questa emergenza, ma facciamo si che ci faccia rendere conto che siamo ospiti su di un pianeta che abbiamo stuprato e che continuiamo a sfruttare senza alcuna vergogna come se non ci fosse il domani a cui abbiamo condannato i nostri figli. Ripartire sarà dura, ma se inseriamo le stesse marce e imbocchiamo la stessa direzione che ci ha spinto fino a questa situazione, allora non ci sarà più ritorno e la prossima sarà quella definitiva.

ma.la

———————————————————————————-

Questo l’abastract con cui il giovane regista Carmine Laporta presenta il suo cortometraggio che è un atto di amore verso la sua città e un rigraziamento ai camici bianchi che a Napoli, nel resto d’Italia, nel mondo, si battono contro un nemico invisibile che sia chiama covid-19 o coronavirus.

“L’emergenza Coronavirus dilaga nel mondo, è emergenza Pandemia. L’Italia è diventata zona protetta e Napoli ormai è una città deserta, ma il popolo napoletano non si arrende mai e lotta insieme al resto d’Italia e del mondo per sconfiggere questo nemico invisibile. Un piccolo omaggio ad un grande film di Danny Boyle, un ringraziamento doveroso va a tutti gli infermieri, medici e virologi che stanno lottando giorno e notte, e a mio padre che insieme a tanti altri fotoreporter stanno documentando in prima linea questo momento storico”. Carmine Laporta 

Altri link sull'argomento: 

https://www.la7.it/atlantide/rivedila7/atlantide-angeli-e-demoni-26-03-2020-315763 (Atlantide La7)

http://www.rai.it/programmi/report/inchieste/Il-paziente-zero-25806a1c-093b-4124-a7ff-1a2844ff493a.html  (Report Rai3)

https://www.doppiozero.com/materiali/il-virus-e-il-messaggio-della-societa-automatica?fbclid=IwAR2OpuxmqLK6u4KYzmj-uhERZ8MZpRXmPeoEGPtlObMytoC3sZH69rkMv1I    (da Doppiozero)

https://www.raiplay.it/video/2020/03/Report---La-zona-grigia-d2723d6e-ca03-426f-9223-6945f1bebe50.html     (Report Rai3)

https://youtu.be/RsJJtI9bwwo  (da Skynews)

https://www.gisaid.org/ (database GISAID)

 https://www.tecnicaospedaliera.it/iss-nasce-il-primo-database-sanitario-condiviso/

https://www.istat.it/it/archivio/sanità

https://inchieste.ilgiornaledellarchitettura.com/le-case-citta-coronavirus/